Sfuma la venuta di Cittadini

Diaz, sì; Cittadini, no. Si possono sintetizzare così gli ultimi eventi registrati all’ombra del Palamaggiò dove oggi riprenderanno gli allenamenti dopo la pausa per la Final Four di coppa di Legadue. La guardia portoricana ha toccato il suolo italiano e oggi sarà a disposizione innanzitutto dello staff medico per le visite di rito, propedeutiche all’ingaggio e all’ufficializzazione del suo ingresso nel roster della Pepsi. Se tutto sarà ok il cestista di nazionalità statunitense si aggregherà ai suoi nuovi compagni, agli ordini di coach Frates, per esordire con la maglia bianconera in occasione della gara interna di domenica prossima con l’Edimes Pavia. Il centro Alessandro Cittadini, all’indomani del derby felsineo sembra invece destinato a restare sotto le ali dell’aquila fortitudina. A Bologna, infatti, la squadra griffata Upim fino a ora non ha nessuna intenzione di privarsi del «lungo» italiano, nonostante le insistenze da parte casertana, per ridisegnare l’assetto del team juventino. L’arrivo in casa Pepsi di Guillermo Diaz avrà infatti quale immediata conseguenza il dover tagliare il centro americano Arthur Johnson per cui il dover rinunciare al pivot Cittadini potrebbe costringere la società cestistica di Terra di Lavoro a rivedere il comparto lunghi e a restare più attiva che mai sul mercato, quello degli oriundi. Ma negli uffici del Palamaggiò hanno la bocca cucita, nessuna notizia trabocca dai cancelli dell’impianto di Castelmorrone, rimasti aperti solo per il clinc tecnico dell’assistant coach Massimiliano Oldoini. Da oggi c’è già da pensare al match con l’Edimes Pavia. «I giochi riprendono e ci apprestiamo a vivere il rush finale di questo campionato così avvincente, come ormai ci ha abituato la Legadue», commenta il presidente della Pepsi, Rosario Caputo. Poi rifacendosi alla coppa di Lega conquistata dalla Fileni Jesi allenata dal coach molisano Andrea Capobianco, il massimo dirigente aggiunge: «La vittoria dei marchigiani ci fa capire come il fattore campo possa non avere un peso determinante. Ma solo alla fine potremo tirare i conti». Al momento, escludendo colpi di scena dell’ultimo minuto, la Pepsi tornerà al cospetto del pubblico amico con due volti nuovi, quello di David Brkic e quello di Guillermo Diaz. Quest’ultimo dovrà essere tesserato entro le ore 11 di venerdì per poter fare il suo esordio casertano. È indubbia la curiosità che aleggia intorno a una Pepsi che fra l’altro si è privata del pivot Cristiano Grappasonni, il quale avrebbe dovuto costituire una sorta di scambio sull’asse Pavia-Caserta, proprio alla luce dell’arrivo al Palamaggiò di Brkic. Invece Grappasonni è rimasto in panne, fermato dalla risoluzione di un doppio contratto, non previsto dai regolamenti della Legadue per cui ha dovuto dire addio, almeno per quest’anno, al secondo campionato professionistico di basket, per andare a rinforzare il roster del Ferentino. Oggi si aspettano buone notizie anche da Ivan Gatto rimasto fermo dopo l’infortunio alla caviglia occorsogli nella trasferta di Rimini. Il riposo sarà stato sicuramente un alleato prezioso per l’ex Edimes, ma prima di tornare sul parquet passerà per l’infermeria per assicurarsi del suo reale stato. L’apporto di Gatto sarà ora più importante che mai per una Pepsi che vuol correre lontano.

Fonte: CANDIDA BERNI CANANI – Il Mattino del 04.03..2008 – www.ilmattino.it

La Pepsi non rinuncia a Larranaga Trattative ancora in corso per Cittadini

Finalmente si riparte: dopo il weekend dedicato alle Final Four di Ferrara, infatti, il campionato di Legadue alza nuovamente il sipario. La pausa è servita a molte squadre, e alla Pepsi in primis, per apportare qualche correttivo al roster. Così da domenica, anzi da venerdì con l’anticipo tra Reggio Emilia e Veroli, sono attese le prime verifiche. In casa Juvecaserta si auspica che gli innesti di David Brkic e Guillermo Diaz siano …segue

Il Marcianise ritrova Galizia