EVENTI

Caserta – Nasce la prima scuola nazionale di formazione lattiero casearia del Centro Sud, e a realizzarla non poteva che essere il Consorzio di Tutela della Mozzarella di bufala campana Dop. Il progetto, portato avanti in collaborazione con la Regione Campania, sarà presentato in occasione dell’assemblea annuale del Consorzio di Tutela, prevista per mercoledì 21 giugno alle ore 10.00 presso la Sede del Consorzio, all’interno delle Regie Cavallerizze della Reggia con ingresso da via Gasparri n.1, a Caserta.

Alla base dell’idea di creare una scuola nazionale di formazione lattiero casearia due obiettivi: il primo è quello di far nascere i casari del futuro, tramandando alle nuove generazioni un’arte che ha quasi mille anni di storia; il secondo è quello di dare supporto ai dipendenti dei caseifici che devono tenersi in costante aggiornamento.

Slogan della giornata sarà “Mozzarella Dop 4.0”, un messaggio che sta ad indicare l’avvio di una nuova era in cui si punterà a migliorare numeri che fanno già invidia a parecchi altri comparti dell’agroalimentare.

Il Consorzio infatti intende aprire la strada ad un ulteriore rilancio del prodotto che sfrutti le capacità dei giovani, la tecnologia e gli strumenti della formazione e del marketing, favorendo così un incremento delle vendite anche e soprattutto grazie ad esportazioni ancora più efficaci. Nel settore della produzione e della distribuzione della mozzarella già oggi un lavoratore su tre ha meno di 30 anni ed è donna.

Tanti gli ospiti autorevoli attesi per l’assemblea annuale, che sarà aperta dalla relazione introduttiva del presidente del Consorzio di Tutela Domenico Raimondo e chiusa dall’intervento del governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca. Parteciperanno poi ai lavori l’assessore regionale alla Formazione Chiara Marciani; il consigliere regionale delegato all’Agricoltura Franco Alfieri; il dirigente del ministero delle Politiche agricole Luigi Polizzi e il direttore di Assolatte Massimo Forino.

Durante l’assemblea, moderata dal direttore della Fondazione Qualivita Mauro Rosati, porteranno i loro saluti anche il sindaco di Caserta Carlo Marino e il direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori.